Vintage visions from the world: Walter Carter di Carter Vintage – Nashville

Scrittore, giornalista, musicista, imprenditore, Walter Carter è uno dei personaggi più influenti nella storia delle chitarre vintage con i suoi libri e con il suo negozio, frequentato dai nomi più celebri della musica americana.

Domanda: Qual è la tua migliore definizione di cosa sia per lei una “chitarra vintage”.

Risposta: Per “vintage” intendo qualsiasi chitarra più vecchia che abbia un valore aggiuntivo rispetto al suo valore di base come strumento usato. Per esempio, una Les Paul Standard degli anni ’80 o successivi ha un valore come strumento usato leggermente inferiore al costo di una Les Paul nuova. Se si torna indietro agli anni ’70, quella stessa Les Paul inizia ad avere un valore superiore a quello di un modello nuovo. È qui che inizia il “vintage”. Non si tratta di un periodo di tempo specifico, né di 25 anni né di 40 anni. Varia da modello a modello.

D: Quando hai acquistato la sua prima chitarra “vintage”? Che chitarra era?

R: Nel 1987 avevo appena iniziato a lavorare per Gruhn Guitars e arrivò una Martin 00-17 del 1953. Ero nuovo nel mondo delle chitarre vintage e non ne avevo mai vista una. E non avevo mai sentito un suono così bello come quello che usciva da quella chitarra interamente in mogano. Il prezzo era di 700 dollari, ma aveva bisogno di un manico. Dissi a Gruhn che se avesse fatto il manico avrei pagato i 700 dollari. È diventata la mia chitarra principale per i successivi 20 o 30 anni.

D: Quando hai capito che quelle “vecchie chitarre” avevano qualcosa di speciale?

Login or signup to read the article and enjoy the gallery
*
*